Decaf-cof

I am a man without a call
like a knight without a sword
like a god without a name
like a torch without a flame

I am a man without a call
like a day without a sun
like a dog without a tail
like a ship without a sail

I am a man without a call
I am a king without a throne
I am a man without a call
I am boundless and free
like a man without a call

About these ads

26 Risposte to “Decaf-cof”

  1. Ehehehe…
    E’ semplicemente stupenda!
    Sopratutto dopo la minuziosa spiegazione riguardante il significato recondito di ogni singola parola. ;)
    Bravo a mmanu! Ahahhahahah :P

  2. Grazie, grazie. Tutto meritato, lo so :P

  3. Mmà… è fantastica… stavolta mi hai sconvolto più del solito… la definirei carica di significati… esaustiva

  4. Grazie :)
    Sarei curioso di sapere cosa ti comunica in particolare, potresti illuminarmi sulla mia stessa creazione :P

  5. Eccomi a soddisfare la tua curiosità…
    questo tuo scritto mi fa considerare quanto più sia importante la nostra essenza, ciò che noi siamo e serbiamo nel nostro intimo piuttosto che ciò che gli altri percepiscono di noi… Non serve una “chiamata” a renderci qualcuno… così come non sarà una corona a rendere re chi non lo è… nè un’incoronazione vassallica a far nascere un nuovo cavaliere… Noi siamo a prescindere da quello che gli altri vedono in noi.. e solo quando scegliamo di vivere per come siamo la nostra nuda essenza non ci cureremo più delle aspettative degli altri (sterili prigioni entro cui non sarebbe di alcun giovamento rinchiudersi…).. solo allora troviamo il coraggio di affermare che siamo quel che siamo nonostante tutto e tutti… e siamo liberi… e liberi sfioriamo l’infinito…

  6. Eh, vedi? Ho fatto bene a chiedere :P
    Hai colto in pieno uno dei temi centrali che volevo affrontare, ma per i quali non riuscivo a trovare la parole adatte. Alle volte le cose ce l’hai sulla punta della lingua, e l’unico modo per dirle è ricorrere a “disegni” in senso metaforico e non.

    Non ho una chiamata, non ho uno scopo nella vita. Non ho nulla. Non vedo perchè dovrei averne, o sentirmi *chiamato* ad averne.
    Sono me stesso? Non sono me stesso? A cosa serve chiederselo. Le chiacchiere restano sempre a zero, e a forza di correre dietro a significati e simboli, si finisce per passare una vita davanti allo specchio :P

    Dicono alcuni che una persona senza uno scopo nella vita è simile a una bestia. Meno-che-uomo. D’altra parte la nostra umanità, bisogna ammettere, ci ha portato molto lontano. Io mi riconosco più in quegli esseri primitivi e selvaggi, che perlomeno una cosa hanno: sincronia e sinergia con il loro habitat. Un habitat, in effetti è ciò che loro hanno, per noi restano solo prigioni, limiti e barriere. Concettuali e non.

    Un po’ romanticizzante verso il “regno animale”, ma spero che renda l’idea :P

  7. rende terribilmente l’idea. l’ho letta e riletta. molto bella anche se “tragica”. dal mio punto di vista, per lo meno. perché poi ognuno ci vede quello che ci vuol vedere, a seconda di come ci si sente. ho visto riflettere nei tuoi versi la mia essenza e la mia esistenza, spogliata di tutto e di tutti.

  8. Per me, anche se da una parte può essere tragica questa emarginazione, resta sempre e comunque un inno alla libertà.

  9. Sì, credo tu abbia ragione.

  10. pessimisti tutti quanti … mba’ …. possibile ???? su su con la vita .. che il peggio deve ancora venire .. ahahahah :P
    liberta’ significa indipendenza, ma talvolta indipendenza significa solitudine, non seguire il branco perche’ consapevoli delle proprie differenze pone spesso in situazioni difficili e di emarginazioni, ma in fin dei conti sarebbe ancor piu’ sciocco seguire il gruppo sapendo di non farne parte e mentire non tanto agli altri quanto a se stessi.
    ecco .. ho detto la mia .. :P apropo’ non fate gli sfigatoni .. mica avete un ganja raga’ che ce famo uno spinello in gruppo ? LOL (n.b. detto da uno che fucilerebbe pure i tabaccai perche’ vendono le sigarette … :P )

  11. Nah, macchè pessimista! Io sono Mr Ottimismo :D
    Sinceramente io non so che farmene dell’omologazione di massa. Mi annoia, mi deprime, mi tira giù. E questa canzone sarà negativa per gli omologati, non di certo per me, e il punto è proprio che saranno loro a vedermi come una persona sola e senza speranza, finchè questa cosiddetta “solitudine” non la si sperimenta non la si può capire.
    E soprattutto Kijio, cos’è un ganja???

  12. be’ aspetta, approfondiamo: l’uomo e’ un animale sociale, quindi essere esclusi da un gruppo o ritenersi tali addirittura dall’intera societa’ non puo’ che comportare sofferenza. Questo porta a due scelte, o si accetta passivamente gli stereotipi altrui e ci si conforma ad essi, oppure viviamo consapevoli delle differenze altrui cercando di “crescere” insieme agli altri che ci circondano.
    Essere alienati e’ comunque un errore come appecoronarsi passivamente.
    Credo di capire cosa senti, almeno in parte, ma ti prego di non fare l’errore di escludere per un solo comportamento stereotipato una o piu’ persone.
    E’ logico che i pirla ed i cretini non possono far parte della nostra vita, questo pero’ non deve escludere persone che hanno fatto, per scelta errata, per difficolta’ mentale momentanea, un gesto da cretino o da pirla … perche’ per quanto ci sentiamo sicuri, anche noi facciamo delle pessime figure, anche col massimo impegno ;)

  13. Non credo che essere alienati sia un errore, perchè non credo sia una scelta. E’ una semplice conseguenza del proprio modo di essere. Io non MI alieno, sono alienato. E non voglio nemmeno dare la colpa agli altri che MI alienano, perchè non mi aliena nessuno, anzi mi ci trovo male in ambienti con alto tasso di omologazione cerebrale :P
    E essere alienati non significa stare sempre soli. La solitudine non è quella che la persona media concepisce, essere soli non significa non stare in compagnia. Anzi, scommetto che quelli che si dichiarano parte di un gruppo sono più soli di quelli che non stanno con nessuno (cfr. il mio post “Sani e salvi”). La solitudine vera è l’indipendenza. Indipendenza di pensiero, di scelta, di vita. E grazie al cielo di questi soli di tanto in tanto se ne trovano. E in questo caso non è la rarità a fare la qualità, per una volta :)

  14. Convengo con te finfe..
    e vorrei aggiungere dell’altro.. qui non si sta parlando, come dici tu, della solitudine comunemente intesa, quel qualcosa di insopportabile e deprimente da evitare ad ogni costo… quel qualcosa che ci fa sentire in qualche modo disagiati ed “inferiori” agli altri… No! Qui si tratta di un modus vivendi che in qualche modo ci allontana dalle concezioni dei più per assenza di condivisione e pertanto semplicemente non ci interessa…
    Ma poi, come tu dici, capita di incontrare persone con la stessa indipendenza di pensiero con le quali risulta evidentemente produttivo e arricchente confrontarsi… e questo fa la differenza… questo è “incontro”:la possibilità di confronto autentico e rispettoso, senza bisogno di cadere in luoghi comuni o di rientrare in particolari schemi imposti dalle regole “sociali”

  15. Ciao Manu,
    molto tempo fa ti avevo detto che avrei inserito il mio primo album su Jamendo. Ho mantenuto la promessa. L’album è qui, http://www.jamendo.com/album/21409/review_detail/?review_id=77037

    la mia band si chiama Anima Mentis..

    attendo una tua sincera recensione..
    spero tu stia bene, non ho notizie tue da non so quanto tempo..

    rocco

  16. Bellissima! Complimenti!

  17. buon fine settimana!

  18. Ci si prova, grazie :)
    Altrettanto ;)

  19. Buona settimana! :D

  20. Eheh! Grazie, a te :)

  21. toh guarda dove e’ finito finfi… :D:D:D
    ciao npap

  22. Toh guarda chi si rivede :D
    saluti! :)

  23. Somehow i missed the point. Probably lost in translation :) Anyway … nice blog to visit.

    cheers, Maiolica.

  24. It is meant to be like a riddle, so I’m not surprised if you didn’t get it straight away.
    This is a song intended to praise the life without a purpose, living for the sake of living. A life that escapes definition, and which, for this very reason, is lived at its fullest, out of the boundaries of imposed rules and regulations, outside of the common sense.

    It’s by no means an exhaustive explanation, but I hope it gives you the main sense of the song.

    Thanks for stopping by :)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: