Domande per un umile

Eugènie - Ciò che vorrei
Eugènie – Ciò che vorrei

Ho trovato una canzone su Jamendo che mi ha colpito particolarmente, e riesco ad avvicinarla molto alla mia vita in questo momento. Il gruppo si chiama Eugènie, la canzone Domande per un umile, dall’album Ciò che vorrei:

Per un’esistenza che si spegne in un attimo, per una vita che si accende con solletico
e sei convinto che non ho la forza necessaria per rifiutare ancora la tua violenza innata
…e corre il vento, corre il senso, corre il vuoto che mi opprime…un insaziabile fermento
Contestare le spine che mi aprono la pelle, questi fiori secchi appesi ad un chiodo per ricordo
questi libri impolverati che nascondono gli animi, e non mi va di rivederti al mio cospetto
…e corre il vento, corre il senso, corre il vuoto che mi opprime…un insaziabile fermento
…e passo il tempo a cercare le domande in fondo al cuore,
e passo il tempo a diventare un po’ più umile e reale…

Alle volte ci si sente freddi ed insensibili. Alle volte non ce lo sappiamo spiegare. Alle volte la sofferenza prolungata crea dei solchi nella nostra vita. Profondi, molto profondi, che quasi vengono le vertigini a guardarli. Possibile che una cosa simile sia successa proprio a me? Quasi ci si sente estranei a sé stessi, non ci riconosciamo più. L’incantesimo del buon vecchio me si rompe, bisogna ritrovarsi, ricominciare da zero di nuovo, ritrovarsi aridi, forse, e magari meno appariscenti di come immaginavamo. Bisogna ancora una volta passare tempo a ricostruirci, a riconsiderare ciò che è sostanza e ciò che era solo artificiale apparenza, agglomerati di paura. Passare il tempo a diventare un po’ più umili e reali

25 Risposte to “Domande per un umile”

  1. ammazzete quanto sei negativo .. talvolta pensare troppo fa male … e ti conduce alla via dell’oblio … tipo me insomma! :P
    talvolta un agire vale piu’ di mille pensare (un vecchio adagio ..) e talvolta sono “a ragione” alcune affermazioni di Erasmo ne “elogio della follia”, (che ti invito a leggere)
    Devo aggiungere pero’ che non si puo’ certo cambiare la forma mentis delle persone: se sei malinconico come me, difficilmente diverrai spensieratamente giullare. Ma ti posso assicurare che usare l’ironia e l’autoironia ne vale la pena, basta non superare quella linea di confine che porta al divenire superficiali.

  2. Kijio,
    non fraintendere quello che scrivo. Non è questione di essere negativi, anzi, quando dico qualcosa cerco di essere sempre il più ottimista possibile. Un po’ malinconico magari lo sono, ma non mi definisco negativo. Ovviamente poi tutto dipende dalle situazioni in cui uno si trova, e ultimamente non sono state delle migliori, diciamo. Penso che la riflessione e l’esplorazione di noi stessi sia una parte fondamentale nella nostra vita, e se viviamo solo per “agire”, alla fine ci troveremo a vivere la vita di qualcun altro. La vera azione da prendere è quella verso sè stessi, perchè riflettere è qualcosa di attivo, mentre agire senza riflettere è molto passivo, significa subire la propria vita, non viverla.
    Di ironia e autoironia ne ho da vendere credo, ma questo non significa che devo usarla in ogni situazione, ci sono momenti in cui devo esprimermi usando altri toni.
    In fin dei conti non credo di essere stato depressivo e negativo in questo post, più che altro ho descritto uno stato d’animo, uno stato d’animo rigenerante direi. Fa parte di quei momenti di crisi in cui si cambia un po’ prospettiva e si riescono a vedere tante cose sotto una nuova luce.

  3. mi fai venire in mente una nota di un simpatico buddista:
    -prima dell’illuminazione i cieli sono cieli ed monti sono monti;
    -durante il percorso capisci che i cieli non sono cieli ed i monti non sono monti;
    – quando hai raggiunto l’illuminazione capisci che cieli sono cieli ed i monti sono monti;
    quindi alla fine … a che pro essere illuminati? ;)

  4. Eh, ma vedi, io credo che la nostra mentalità occidentale ci abbia pragmatizzati un po’ troppo.

    Sulle stesse linee di quello che dici uno potrebbe chiedersi: “A cosa serve vivere se poi comunque dobbiamo morire?”. Eh, pare che manchi la parte di mezzo. Magari fra il nascere e il morire esiste quella che poi è la vita. Allo stesso modo credo che quand’anche non dovessimo raggiungere chissà quali vette di conoscenza, l’illuminazione è tale proprio per l’esperienza che accumuliamo nel processo del capire come funzionano le cose. Perchè il punto non sta nel raggiungere l’illuminazione, anzi credo che l’illuminazione sia tutto il tragitto dall’ignoranza alla comprensione. Non siamo macchine, non abbiamo bisogno di accumulare informazioni, abbiamo bisogno di viverle.

  5. clessidr4 Says:

    “Bisogna ancora una volta passare tempo a ricostruirci”
    la vera ricostruzione è avvenuta “durante”…

  6. grandi gli eugenie!

    grazie della visita, così ho scoperto questo bel blog!
    ciau!

  7. @ clessidr4

    Eh lau, ci sono diversi momenti di “ricostruzione”. Ogni esperienza ci forma e ci fa reagire in un certo modo, qui parlavo di quando la frivolezza, o anche ciò che crediamo faccia parte di noi, comincia a diventare estraneo alla nostra persona. Iniziamo a diventare un po’ meno di ciò che eravamo, ma un po’ più noi stessi. Contorto sì, ma solo così riesco a dirlo :P

    @ JOe

    A dire il vero non è che me la muoio per gli Eugènie, ma questa canzone meritava davvero :)
    Per la visita ringrazia Kijio, e comunque trovo il tuo blog a tratti esilarante, penso che tornerò a farmi vivo ogni tanto :P
    Salùt!

  8. @ finferlu, sì non è ke siano il mio gruppo preferito. ma certe canzoni son proprio uhuh.
    poi spesso son l’unica “bacata” che conosce certi gruppi. quando li vedo citati da altri mi emoziono :P

    ok grazie a kijio.

    ciau ciau

  9. @ JOe
    Beh beh, se tu sei bacata io cosa sarei? Praticamente ascolto solo musica di Jamendo, musica impopolare per la maggior parte delle volte. Ma oh, a me piace esplorare la musica che non deve passare test di idoneità prima di poter essere disponibile. E poi la musica che fa trend mi da il voltastomaco. Ecco.
    Quindi ti invito a dare una perlustrata a Jamendo, magari puoi iniziare a dare un’occhiata ai miei preferiti, sempre che ti piaccia il genere elettronica/ambient, anche se ci sta un po’ di tutto.

    Salùt Salùt :)

  10. @ finferlu vado subito!
    braf braf…a tale proposito, fra poco io e 2 amici iniziamo una trasmissione su una radio locale indipendente. x mandare in onda un po’ di musica come si deve. altro ke ste schifezzine da mtv ecc!
    si chiamerà “collateral sounds”
    se facciamo anke il blog, ogni contributo e suggerimento saranno graditi!
    cmq generi non ne ho in particolare. li ascolto un po’ tutti, basta ke sia Musica.
    …jamendo non sapevo neanke cosa fosse… ehm… :P

  11. @ JOe
    ottimo! Fatevi vivi sul forum di Jamendo, lì c’è anche altra gente che sta aprendo delle web radio simili (è una web radio no? presumo lo sia, se no va bene lo stesso :P ), potreste collaborare benissimo, e magari anche creare, oltre alle vostre web radio personali, una web radio dove unite le forze, e magari che funziona come aggregatore alla “Il meglio di…”.
    Da parte mia, di certo non mancherò, se volete… Io non sono un grande intenditore, ma mi definisco un degustatore musicale. Mi godo tutto quello che mi piace, senza badare molto alla professionalità… quello che mi interessa è ciò che l’autore vuole comunicare, come lo comunica, e quanto me lo comunica bene.
    E benvenuta nel mondo di noi piccoli reietti liberi :D

  12. non è una web radio.
    o per lo meno non ancora, perchè se riusciamo vorremmo mandarla in streaming. ma essendo una radio autogestita non so se abbiamo i mezzi e i fondi (tipo ke ci crollerà il server se si connettono in + di 3) vedremo.
    per ora partiamo dal basso qui su radio tandem alla conquista del territorio locale. olè
    il blog lo vorremo fare apposta x questo. x “degustatori” che suggeriscono cose da degustare che a noi o altri son sfuggite!

    hihi viva i piccoli reietti liberi. ollè
    :)

  13. Se lo streaming non è in tempo reale, conosco un modo per mandarlo in SHOUTcast (il protocollo che usa Winamp). Io con quello riesco a mandare su streaming la mia playlist mentre suona (ovviamente la musica deve essere già in formato ogg, non so se per la radio puoi creare uno stream in ogg al volo mentre trasmetti), e non mi pare molto pesante, considerando che uso il mio pc di casa (quello che uso per tutto insomma) come server…
    Io fossi in te, intanto, comincerei a dare un’occhiata a Linux (ehm..ehm..), già che parli di server e compagnia bella… tutto diventerebbe più pratico…
    Ma babbè, per ora degusterò soltanto :P

  14. uhuh..aspè che prendo il vocabolario… :P
    io non ho un buon rapporto con certe tecnologie…
    ma mi affiderò al mio “staff”(=…gente saputina del campo tecnologico corrotta a suon di birrette )
    hihihi
    chi vivrà vedrà e speriamo bèn!

  15. Ok ok, nevermind :P
    Intanto ho visto che mi hai blogrollato, e ricambio con piacere, PERO’ ho una cosa da farti notare: finferFlu, non finferlu :P il mio nick è *quasi* sacro :P

  16. ooops! scusa! è che di sta stagione ci sono un sacco di funghi che io adoro, soprattutti i finferli…avrò fatto una connessione mentale bacata! :P

    uh grazie *onorata*
    (non sono una che crede nello “Scambio di blogroll”. blogrollo i blog che mi voglio ricordare, e spero ke la gente mi blogrolli x lo stesso motivo e non x obbligo o per scambio ecc.)
    grazie grazie
    vado a correggere! :D

    un giorno svelerai il nick sacro?

  17. uhhuh! no, il mio nick non è ispirato a funghi, quando l’ho inventato manco sapevo che esistessero funghi con quel nome (*beata ignoranza*)…

    Comunque manco io scambio i blogroll, a parte con gli amici stretti, proprio per quello ho creato una sezione “Scelti da me”, così non mischio le due cose… Io blogrollo anche alle spalle, senza avvisare, ma stavolta m’hai fregato sul tempo :P
    preko preko

    Il nick sacro l’ho già svelato: finferfluuuuuu, quel *quasi* era ironico :P

  18. linkare “alle spalle” è una delle cose + belle secondo me.
    hmm già svelato…. *oddio sono stordita*
    beh i finferli sono buonissimi. hmmm in italiano giusto mi sembra ceh sarebbero i gallinacci. hmmm hmmm
    hmm e dove stai?
    ciao ciao finfer(f)lu :P

  19. Boh, i funghi mi piacciono, ma in genere li mangio anonimi, a me interessa il sapore, mica il nome :P

    Sto nella *assolatissima* città di Manciester (così si pronunzia, così lo scrivo), in Inghilterra (eh preciso, chè tante volte mi hanno chiesto se fosse in Germania, non prenderla a male eh, magari tu in Geografia andavi bene :P)…

    Salùt salùt

  20. hihi..beh quando si va fuori coi parenti e si scrocca il cibo buono, può essere utile sapere i nomi.
    bella manciester.
    hmm non andavo tanto bene in geografia, tranne che per le zone che mi interessavano. u.k. ok! :P

    *però non ho ancora capito cosa vuol dire finferflu*
    vabeh sono un po’ stordita

  21. Brutta Manciester! E’ un orrore sta città. non vedo l’ora di andarmene :P
    Io a Geografia ero una zappa totale, ma comunque non ho senso dell’orientamento, quindi i conti tornano mi pare :D

    Il mio nick l’ho scelto aaaaaanni faaaaa, e l’ho basato sul suono, un nick onomatopeico, che *onotoepea* (sì sì, voce del verbo onomatopare) un qualcosa di leggero e volatile, almeno nella mia mente…
    stordita? uhuhuhu

  22. braf. braf.
    uh..tra l’altro gli eugenie sono miei concittadini. per foza mi stan simpatici. una volta che qualcuno qui non è fighetto tuz-tuz gli ci va un premio :P
    beh finferflu suona bene….finferlu-ryoga uah uah

  23. Che fossero tuoi concittadini l’avevo capito ormai :P

    E Ryoga da dove esce? Ah già, il senso dell’orientamento :D in effetti mi ci sono identificato molto con quel tipo lì :D

  24. era troppo il migliore tra i personaggi. sì sì
    troppo forte

    ..ma buchi anche te i palazzi e le montagne se chiedi indicazioni e ti dicono di andare sempre dritto?
    :P

  25. Se solo ne fossi in grado ¬__¬

    Comunque il fattore sfiga forse ce l’abbiamo molto in comune io e Ryoga, mi sa…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: