Love is different

Una canzone azzeccatissima di Derek Webb, intitolata Love is different:

Well, it looks like five thousand miles broke the camel’s back
But it’s not as though i had a plan to win you back
Because i don’t know what i want
But at least i know that much
Now I’m afraid love came right up
And it slapped me in the face, but i did not know

‘Cause love is different than you’d think
It’s never in a song or on a TV screen
And love is harder than a word
Said at the right time and everything’s alright
Love is different than you think

So I won’t expect a postcard from Trafalgar Square
But I’d be lying if i said I didn’t care
Because you can’t just turn it off
And put a blindfold on your heart
But i’m off to a good start
A continent away, but i do not know

But maybe you’re the dream i’m waking from
‘Cause I see you everywhere I go
Darlin’ you are such a mystery to me, you know

 

Voglio tralasciare gli ovvi paralleli con la mia vita stavolta, e voglio concentrarmi sul coro.

Beh, io ero uno di quelli che pur detestando detti, proverbi e perle di saggezza, ha sempre amato definire le cose, definire cosa sono e cosa non sono. E così ho fatto anche con l’amore, che ho sempre definito come un qualcosa al di là di una relazione di coppia, un qualcosa di superiore. Una definizione negativa ma pur sempre una definizione.

Chi lo sa, l’avrò fatto di istinto. Circondato da frasi e frasette *molto profondissime* sull’essenza dell’amore – l’amore è una stella che brilla e che è accesa e che splende nel buio più buio che bello – alla fine ne sono rimasto un po disgustato, allora mi sono dedicato alla ricerca del cosa non è l’amore.

Cosa non è? L’amore non si definisce. L’amore non è una frasetta fatta. Non è, non è, non è. Non definendolo, alla fine mi sono ritrovato a definirlo. Se non ritagli la forma, ne ritagli il contorno, e alla fine ti ritrovi sempre con la stessa sostanza in mano.

E alla fine mi sono ritrovato anch’io a parlare per via di inutilissimi eufemismi, e quasi mi sono ritrovato ad esserne controllato io stesso. Molto poco quasi, diciamo un bel po’. Volevo contenere i miei sentimenti in un manualetto di istruzioni. Un manualetto di istruzioni a cui voglio dare un nome, perchè il nome ce l’ha, scritto a caratteri cubitali sulla copertina (a caretteri dorati, la classe non è acqua sah): “Sogni nel cassetto”.

Eh, si. Pare un sentimento tanto bello e tanto ideale che te lo sogni pure la notte. Te lo immagini, come si esprimerà in modo concreto, cosa diventerà, e come dovrà essere.
E poi così affascinato dalle mie definizioni, mi sono creato una bella statuetta mentale di questo Amore. Bello eh, guardare alla statuetta e non pensare più al fatto concreto. Pare quasi una forma di idolatria: ti concentri sulla tua rappresentazione del Creatore e non sul Creatore stesso. Chi lo sa, una volta creata la statuetta, mi sarà parsa così bellina da aver avuto paura di doverla ancora ritoccare…

Forse però non avevo notato una piccola leggera deformazione nelle sue gambe… corte, troppo corte.

Beh, dopo un po’ però, in un modo o nell’altro ci ho fatto caso. E mi sono reso conto non solo delle gambe corte, ma anche del fatto che ero lì a contemplare un’immagine creata da me (e con le gambe corte!!!), come se invece fosse qualcosa sceso dal cielo…

Morale della favola?
L’amore è diverso da ciò che penso, da ciò che si pensa, da ogni definizione. Una cosa accomuna tutte le definizioni (positive e negative) dell’amore: sono tutte sbagliate. Sbagliate perchè l’amore lo si vive, mica lo si pensa. Nè lo si calcola, nè lo si contempla.

E forse l’unica definizione che riesco ad accettare in questo momento è questa: l’amore è diverso.
Pensa a cos’è l’amore, pensalo bene: beh, non è quello.

8 Risposte to “Love is different”

  1. Quanto c’ hai ragione…
    E poi anche se lo vivessi, come potresti sapere se quello è amore vero o no? Meglio non sapere e non voler sapere… Aahahahahhaha
    Vivo nel casino più totale, ma almeno ora VIVO in qualche modo.
    Eh…ci si deve accontentare nella vita o almeno ci si prova. ;)

  2. Se lo vivessi te ne accorgeresti, perchè l’amore è diverso. E di certo non saresti tu a chiamarlo amore, sarebbe lui a chiamare te :)
    E tutto il resto sono chiacchiere :P

  3. l’amore?????????
    perchè definirlo? perchè non accetarlo e basta?????

    perchè dobbiamo sempre vedere e tocare per credere?????

    l’amore è come la pioggia in una giornata di primavera

    l’amore è il vento che ti viene all’improviso, quando non lo aspetti

    l’amore è il fuoco, che ti bruccia dentro e non capisci cosa ti sta succedendo

    l’amore è liberta, tu sai di poter andare ma rimani

    l’amore ha gli occhi di mia nonna mentre guarda mio nonno

    l’amore ha gli occhi di mio nonno mentre guarda mia nonna

  4. E l’amore non è niente di tutto questo… :)

  5. Cito il tuo commento: “Se lo vivessi te ne accorgeresti, perchè l’amore è diverso. E di certo non saresti tu a chiamarlo amore, sarebbe lui a chiamare te :)
    E tutto il resto sono chiacchiere :) ”
    Quando ho pensato di aver trovato l’amore nella mia vita ho scoperto di non aver trovato null’altro che delle miei idee preconcette nelle quali tentavo di “ingabbiare” i miei sentimenti… poi ho incontrato “Qualcosa” il cui richiamo mi ha costretta a fermarmi…a ritrovarmi e riconsiderarmi… qualcosa che per un attimo mi ha fatto fuggire, per paura, ma che poi mi ha spinto a rimettermi in discussione per poi scoprire infine che posso superare ogni limite e guardare oltre… anche quando gli altri non vedono niente.

  6. fifi tu che ne sai che l’amore non è questo

    chi da a te l’autorità per dire che l’amore non è questo

    come fai tu a sapere cos è l’amore per me , e dirmi che non è amore cio che io ho provato…..

    come è vero che ognuno di noi è diverso e il mondo è bello anche per questo, tanto è vero anche che ognuno di noi ha un cuore, una testa e puo ragionare e sentire le cose in maniera diversa.

    se io ti dico che per me dorea l’amore è cosi, tu non puoi contradirmi

    tu puoi solo dirmi cos è per te l’amore, ma non cos è per me

  7. Beh, mi riferivo piu che altro al tuo stesso commento. Hai detto “perche` definirlo?” e poi ti sei dedicata alle definizioni. Stavo piuttosto espandendo il concetto.
    Allo stesso modo mi riferivo al mio post: “Pensa a cos’è l’amore, pensalo bene: beh, non è quello”.

    Mi pare ovvio che sul mio blog io dica la mia opinione, ma questo non significa che io la stia imponendo sulla tua. Per te l’amore puo` essere quell’insieme di frasi, per me non lo e`. Tu hai dato la tua definizione, io la mia (per quanto non definita possa essere), e possono anche divergere. Solo perche` quella e` la tua idea non significa che io non possa opporre la mia alla tua. Il mondo e` vario, no? Beh, sffuttiamo questa varieta` confrontando le nostre opinioni.

    L’autorita` alla mia opinione puoi darla tu, se ti sembra ragionevole, altrimenti niente :P

  8. Amare è come scorreggiare in mezzo alla gente. All’inizio ti senti a disagio, ma poi provi un grande senso di libertà.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: